Pescare meno, ma pescare meglio.
 
 

Riconosciuta a livello internazionale per la sua pesca responsabile, Unima cattura, con la sua flotta di 20 sciabiche, 2500 tonnellate di gamberi selvatici, nel più stretto rispetto dei principi della FAO, allo scopo di preservare le risorse marine :

:

-   Controllo dello sforzo di pesca.
-   Allargamento delle maglie delle reti e diminuzione della larghezza delle sciabiche.

-   Introduzione dei dispositivi TED (turtle excluding device) e BRD (By-catch Reduction Device) in collaborazione con il WWF, volti a ridurre la cattura di specie non bersaglio e delle tartarughe.

-   Protezione del littorale e degli ecosistemi corallini.

-  

Concertazione con i pescatori tradizionali per uno sfruttamento solidale durevole delle risorse marine.

-   Salario alternativo per i pescatori tradizionali durante la chiusura della pesca dei gamberi.

Unima ha assunto un ruolo importante nell’introduzione di pratiche di pesca responsabile in Madagascar, specialmente grazie al suo ruolo di membro fondatore del GAPCM (gruppo degli Allevatori e Pescatori di Gamberi del Madagascar). In collaborazione con il GAPCM e il Marine Stewardship Council (MSC), la società ha iniziato un progetto di eco-certificazione dell’industria peschiera.