Acquacoltura,
il metodo dolce.
 
 

Unima ha scelto un modello di allevamento a bassa densità : 5 a 10 gamberi al m² contro più di 50 negli allevamenti intensivi. Questa scelta ha permesso di garantire una produzione durevole di gamberi di qualità ottima.



Le due aziende del gruppo si estendono su 1600 ettari di argilla naturale e producono più di 5000 tonnellate di gamberi l’anno. I 18 parametri dell’ecosistema circostante sono analizzati ogni giorno.



L’alimentazione dei gamberi proviene parzialmente della produzione naturale dei bacini e viene completata da nutriente di origine marina e vegetale che sono controllati e che saranno a breve tempo prodotti dal gruppo. I medicinali, gli OGM e le farine animali terrestri sono proibiti nelle aziende Unima .



I gamberi crescono a loro agio, in condizioni simili al loro ambiente naturale: questo dà loro un sapore e una carne unici e consentono loro di raggiungere una pezzatura grossa.



Unima è la prima società al mondo ad avere domesticato con successo la specie Penaeus Monodon. Il gruppo dispone costantemente di genitori sani e controllati e non c’è bisogno quindi di prelevarli dall’ambiente naturale.